Animali
a
rischio

Non siamo più un piccolo mondo in un grande pianeta, siamo un mondo enorme in un pianeta piccolo e sovraffollato. Ogni 60 secondi una specie si estingue. Si calcola che entro il 2020 il numero di animali selvaggi nel pianeta si sarà ridotto di due terzi. È necessario un cambiamento sistematico delle nostre abitudini di consumo.

Areang 1 PHNOM TAMAO WILDLIFE RESCUE CENTER, CAMBODIA, NOVEMBER 2015

Questa tigre, di nome Areang, fu salvata dal commercio illegale quando era ancora un cucciolo ed è cresciuta in natura in una riserva faunistica dedicata alla protezione delle tigri. La tigre è da sempre considerata donatrice di vita e guardiano divino. Apprezzata per le proprietà taumaturgiche di parti del suo corpo, essa è divenuta preda dei bracconieri e spinta sull’orlo dell’estinzione, come la rara tigre indocinese che sta scomparendo con drammatica rapidità.

Gardeners of Eden 1 Chang Rai, Thailand, February 2015

Questo TimeShrine è stato composto nel Triangolo d’Oro in una foresta di banani selvatici. Gli elefanti, i “Giardinieri del paradiso terrestre”, sono una specie fondamentale per l’ambiente. Ogni 15 minuti un elefante viene ucciso per le sue zanne.


Il commercio illegale di avorio è stimato a 1 miliardo di dollari l’anno. Se il bracconaggio non viene fermato gli elefanti potrebbero essere estinti già nel 2025.

Sun bears 1 Phnom Tamao Wildlife Rescue Center, Cambodia, South East Asia, November 2015

I didn’t even know bears existed in Asia. Named after the Moon and the Sun, they carry the cosmic symbols on their chest, tattooed for eternity. These survivors stumbled onto the installation curious and shy, hiding behind killer paws their playful demeanour. Suddenly a dark memory caught up with them and their sadness was palpable. As cold as the cages most of them don’t survive.


Today more Sun bears are imprisoned in farms than living in the wild. They are kept in cramped cages and constantly milked for their bile, which can sell for eighteen times the price of gold.

Guardian penguins Gold Harbor, South Georgia, South Atlantic Ocean, February 2014

In questo TimeShrine, la riproduzione di un uovo di pinguino Alca Impennis vuole essere un tributo a questo uccello estinto. L'ultimo Alca Impennis fu ucciso da un trafficante di specie animali nel 1844, mentre covava un uovo a Eldey Island, Islanda.


Questa installazione è sia un omaggio al ciclo eterno della vita che una condanna del consumismo di massa e della sua assurdità.

Hippos and Fever trees, dawn OLOIDIEN bay, Kenya, East Africa, September 2014

Al centro di questo TimeShrine un teschio di ippopotamo rinvenuto sul posto e sullo sfondo un grande branco di ippopotami.

Anne è tornata un anno dopo a Oloiden Bay, luogo ufficialmente protetto dalla Convenzione di Ramsar, e ha trovato un paesaggio completamente cambiato: i bracconieri e la pesca eccessiva hanno allontanato gli ippopotami e decimato la popolazione di uccelli acquatici.

Amur Leopard 1 CENTER FOR SPECIES SURVIVAL, LA TORBIERA ZOOLOGICAL PARK, ITALY, FEBRUARY 2015

Questo splendido Leopardo dell'Amur che vive in una riserva naturale protetta per la riproduzione delle specie è entrato nel TimeShrine. Gli antichi dischi raffigurati – denominati dischi Bi – sono un simbolo di protezione della civiltà neolitica cinese. I Leopardi dell'Amur sono quasi del tutto estinti: meno di 70 esemplari adulti sopravvivono in natura in tutto il mondo.

Snow Leopard 1 CENTER FOR SPECIES SURVIVAL, LA TORBIERA ZOOLOGICAL PARK, ITALY, SOUTHERN EUROPE, JANUARY 2015

Il TimeShrine ha attirato l’attenzione di questo Leopardo delle Nevi, che si è trattenuto giusto il tempo necessario a farsi scattare qualche foto, prima di allontanarsi con la clessidra. L'installazione è composta da un teschio di leopardo, cristalli e oggetti simbolici appartenuti a uno sciamano nepalese. Per millenni questo magnifico animale è stato il re delle montagne.


A causa del cambiamento climatico che riduce costantemente l’estensione dell’habitat naturale di questa specie, sono rimasti solo 4.000 esemplari di Leopardo delle Nevi sul pianeta. L'altra minaccia è rappresentata dal suo unico predatore: gli uomini.

Sudan Dusk OL PEJETA CONSERVANCY, KENYA, EAST AFRICA, SEPTEMBER 2015

Ho trascorso due giorni con lui, dall'alba al tramonto, osservando la sua gentilezza e sentendo la sua solitudine. Una specie, la sua, sopravvissuta a milioni di anni e a tutte le evoluzioni, ma decimata in un solo decennio dalle guerre, dalla perdita di habitat e dal bracconaggio per il suo corno. Sudan è il simbolo estremo del disprezzo umano per la natura. Lo farò vivere per sempre.


Sudan, l'ultimo maschio di rinoceronte bianco settentrionale del pianeta, è morto il 19 marzo 2018.

Fireflies Sagaponack Long Island, USA, August 2017

Mi ci è voluto un mese per studiarle e impararne i segreti. Non ero sicura di riuscire a creare un Sacrario del Tempo. Poi ho scoperto che alcune femmine, per brillare, rinunciano a volare. Mi sono meravigliata dell'altezza che riescono a raggiungere, sollevandosi in verticale nel cielo come lievi elicotteri. La loro rilassante luce blu, priva di frequenze infrarosse o ultraviolette, rievoca in modo così intenso i nostri ricordi d'infanzia. Ogni bambino dovrebbe vedere una lucciola nella sua estate.


Molti studi hanno confermato la scomparsa totale delle lucciole in varie regioni del mondo.